loader image
 
Il 22 Ottobre 2020 si è tenuta a Lipsia la prima tappa di Farnesina Digital Art Experience: una mostra multimediale che tra il 2020 e 2022 farà tappa in sette Paesi del mondo raccogliendo le opere realizzate da quattordici studi d’eccellenza italiani. Un percorso tra narrazioni multimediali e nuove tecnologie che illustrerà le tecniche e i linguaggi più innovativi dell’arte contemporanea digitale.
 

KUNSTKRAFTWERK, LIPSIA

ESPERIENZE D’ARTE IMMERSIVA

Venerdì 23 Ottobre 2020, è stata presentata la prima grande esperienza d’arte immersiva realizzata collettivamente dagli studi coinvolti nel progetto: uno spettacolo audio-visivo a 360 gradi che ha immerso il pubblico in ambientazioni virtuali ed esperienze multisensoriali senza precedenti. Gli studi selezionati, già protagonisti del videomapping realizzato a dicembre 2019 sull’imponente facciata del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano, sono Antaless Visual Design, Antica Proietteria, Apparati Effimeri, FLxER, Kanaka Studio, Luca Agnani Studio, Michele Pusceddu, Monogrid, Mou Factory, Olo Creative Farm, OOOPStudio, Pixel Shapes, The Fake Factory e WöA Creative Company.

Si chiama "Immersive Art Experience"; una nuova forma d'arte basata su linguaggi multimediali, progettata per immergere lo spettatore all'interno dell'opera d'arte e renderlo parte dell'esperienza artistica, utilizzando tecniche di narrazione audiovisiva. Interdisciplinari per natura, le esperienze artistiche immersive si distinguono utilizzando la tecnologia all'avanguardia come strumento artistico, con lo scopo di creare un'esperienza spaziale trasformativa.
Durante il processo di creazione, gli artisti digitali giocano con lo spazio, la luce, la drammaturgia visiva, la colonna sonora e il pubblico, curando l'equilibrio tra tutti questi elementi. Inoltre, progettano opere d'arte mescolando discipline come architettura, arte leggera, cinema, belle arti, scultura, grafica, sound design, musica, letteratura.
 

INSTALLAZIONI DIGITALI

L’evento di apertura è stato arricchito dalle performance dei collettivi italiani Kanaka Studio e FLxER, che hanno presentato in anteprima i loro ultimi progetti di musica elettronica e visual art generativa, con una scenografia inedita progettata ad hoc per esaltare l’imponente e affascinante sala immersiva Machinenhalle. Le due performance sono state documentate e trasformate in installazioni permanenti attraverso riproduzioni multimediali che saranno ospitate in una delle sale del museo per tutta la durata della mostra. Sono state presentate anche le due installazioni sito-specifiche dello studio di arte digitale italiano THE FAKE FACTORY: la scultura mix-mediale Memory and Desire, realizzata con il supporto delle Salvatore Ferragamo Parfums, e la Immersive Mirror Room, un’opera-ambiente che permette al visitatore di immergersi sensorialmente nell’arte.
 

MICROMONUMENTAL VIDEO MAPPING

Attraverso un modello in scala del Palazzo della Farnesina, realizzato tridimensionalmente in polistirene, è stato possibile rivivere lo spettacolo di videomapping realizzato nel Dicembre 2019: un evento inedito durante il quale una rappresentativa italiana di studi digitali si è riunita per la prima volta, trasformando con la propria creatività la facciata del Ministero degli Esteri.
 

LA MOSTRA RIMARRÀ ATTIVA PRESSO LA KUNSTKRAFTWERK DI LIPSIA
FINO AL 2 GIUGNO 2021.

Italiano